Monolith: thriller psicologico in anteprima al Fondo Sclavi Festival

VENEGONO SUPERIORE – Un’auto ipertecnologica, intelligente e inespugnabile che imprigiona al suo interno un bambino lasciando fuori la sua mamma, completamente sola nel deserto. Un thriller Locandina-Monolithmozzafiato che ispira ed è ispirato da una graphic novel d’autore. Il film verrà presentato in anteprima al Fondo Sclavi Festival venerdì 7 luglio alle ore 21.45 presso il Castello Venegono Superiore – Varese.
L’anteprima sarà preceduta da un incontro alle 18.30  con gli autori Roberto Recchioni e del Direttore editoriale Sergio Bonelli Editore Michele Masiero.
Prima dell’uscita nei cinema prevista per il 12 agosto sono in programma altre iniziative similari. L’8 luglio alle 21.00 è prevista l’anteprima del film presso la Piazza delle Feste del Porto Antico di Genova che sarà preceduta da un saluto in sala del regista Ivan Silvestrini e dell’autore Roberto Recchioni.
Il 15 luglio alle 19.00 al Giffoni Film Festival presso la sala Truffaut è previsto l’incontro “Monolith: Lezione di Cinema dal Fumetto al film” con Ivan Silvestrini e Mauro Uzzeo.
Sinossi: Sandra resta chiusa fuori dalla sua Monolith, la macchina più sicura al mondo, costruita per proteggere i propri cari da qualsiasi minaccia. Suo figlio David è rimasto al suo interno, ha solo due anni e non può liberarsi da solo. Intorno a loro il deserto, per miglia e miglia. Sandra deve liberare il suo bambino, deve trovare il modo di aprire quella corazza di acciaio, ed è pronta a tutto, anche a mettere a rischio la sua stessa vita. Il calar della notte porterà il buio, il sorgere del sole trasformerà l’automobile in una fornace. Sandra ha poco tempo a disposizione e questa volta può contare solo sulle proprie forze. Sperduta nel nulla, con possibilità di riuscita praticamente nulle, alla mercé di animali feroci e senz’acqua… Il coraggio di una madre riuscirà ad avere la meglio sulla Monolith?
Da un soggetto di Roberto Recchioni (curatore di Dylan Dog e co-creatore di Orfani), il film è stato sviluppato in parallelo all’omonima graphic novel scritta dallo stesso Recchioni e Mauro Uzzeo, e illustrata da Lorenzo “LRNZ” Ceccotti edita da Sergio Bonelli Editore. Il regista del film, Ivan Silvestrini ha dichiarato: “Monolith è una storia che indaga sul nostro rapporto con una tecnologia iperprotettiva, che si sostituisce sempre più a noi nelle nostre scelte. Come un ventre oscuro, la Monolith protegge il bambino di Sandra, da tutto e da tutti, persino da lei.
Da sceneggiatore dovrei definire questo film un thriller psicologico, ma da padre non posso che trovarlo un vero e proprio horror. E in ogni fase della sua realizzazione, dalla scrittura alle riprese, non riuscivo a togliermi dalla testa la domanda: cosa farei se capitasse a me e mio figlio? Amo le storie che sanno rivelare un movimento interiore attraverso un accadimento esteriore. La situazione estrema in cui si trova la protagonista di questo film la costringe a confrontarsi con il suo lato più oscuro, con le innominabili pulsioni che ogni genitore affronta nei primi anni di vita di un bambino, e la vittoria della donna sulla macchina è possibile solo attraverso il cambiamento e l’accettazione di una nuova forma d’amore e abnegazione. Realizzare questo film è stata davvero un’impresa epica.”

Paola Crestani

MONOLITH
Diretto da Ivan Silvestrini
Con Katrina Bowden
Damon Dayoub, Brandon Jones, Ashley Madekwe, Jay Hayden e per la prima volta sullo schermo Nixon And Crew Hodges
Una produzione SKY CINEMA HD –  LOCK & VALENTINE
Una coproduzione Sergio Bonelli Editore
Una distribuzione Vision Distribution

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *