I parchi della Città Giardino diventano aule studio

Allestiti nel giardino di Villa Mylius i primi tavoli e sedie a disposizione degli studenti della città

VARESE – Studiare nei parchi di Varese in tutta sicurezza, sotto l’ombra dei magnifici alberi della città: da oggi si può grazie al progetto “Area Studio Verde”. Si parte dal giardino di Villa Mylius che è già stato attrezzato con 20 tavoli per ospitare gli studenti che vorranno usufruire del nuovo servizio messo a disposizione dall’amministrazione comunale. A presentare l’iniziativa sono stati questo pomeriggio il sindaco Davide Galimberti e la consigliere Maria Paola Cocchiere, promotrice del progetto.
“In questo periodo – ha spiegato Cocchiere – per uno studente universitario è diventato sempre più difficile preparare gli esami in luoghi dove trovare silenzio e la giusta concentrazione. Con le sale studio chiuse anche dopo la fine del lockdown, gli studenti sono infatti costretti a prepararsi a casa dove non sempre hanno spazi adeguati alle loro esigenze. Per questo, dopo un confronto con un consigliere del Comune di Bergamo, abbiamo pensato a questo progetto: utilizzare i luoghi più belli di Varese, dando la possibilità ai ragazzi e alle ragazze di studiare all’aria aperta”.
La prima aree verde disponibile per gli studenti è dunque il parco di Villa Mylius dove in questi giorni sono stati posizionati venti tavoli con le rispettive sedie nel nella zona all’ombra vicino al campo da tennis. I tavoli verranno sanificati regolarmente dalle squadre del Comune e la sorveglianza per il rispetto delle norme di sicurezza sarà a cura della Polizia locale di Varese. L’aula studio nel verde sarà accessibile tutti i giorni dalle 8 alle 20.
“Mai come questa estate – ha detto il sindaco Davide Galimberti – abbiamo bisogno di pensare a idee innovative per continuare a vivere la nostra città in modo diverso e garantire i servizi ai cittadini, anche agli studenti che hanno la necessità di avere luoghi dove studiare. Per questo abbiamo pensato di sfruttare per loro una delle nostre risorse più belle: i parchi della città dove le aule studio non avranno più muri ma saranno circondate da alberi. Spazi all’aria aperta che consentiranno ai ragazzi e alle ragazze di preparare i loro esami universitari in tutta sicurezza. Come abbiamo già fatto per le attività commerciali, i dehors e per gli eventi culturali puntiamo tantissimo sul nostro ambiente che diventa il nostro migliore alleato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *