Musei: Varese riparte nel weekend

Porte aperte al Castello di Masnago e al Castiglioni; domenica il turno di Villa Mirabello

Villa Mirabello

VARESE –  Ritorno ai Musei civici di Varese. Nel weekend sono in programma le prime riaperture dopo il lockdown legato alla pandemia da coronavirus: si parte sabato mattina con il Castello di Masnago e con il Museo Castiglioni; domenica, invece, il turno di Villa Mirabello. In questa fase tutte e tre le strutture saranno visitabili nei soli fine settimana. Il Castello di Masnago si potrà visitare sabato 6 giugno dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 18.00; domenica poi darà il cambio al Museo di Villa Mirabello, aperto il 7 giugno negli stessi orari. Doppio turno, invece, per il Museo Castiglioni, le cui porte saranno aperte sabato e domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00. Lo stesso schema sarà replicato anche nelle prossime settimane.

«Questo nuovo inizio – afferma il sindaco Davide Galimberti – è fondamentale, per i nostri musei così come per tutto il mondo della cultura presente sul territorio. Lo affrontiamo passo dopo passo, garantendo la sicurezza di visitatori e personale. La nostra speranza è che il pubblico capisca il momento che stiamo attraversando e, con la sua presenza, contribuisca alla ripartenza di uno dei settori tra i più penalizzati dalla pandemia. Poter vivere i nostri musei in questa situazione può essere anche un valore aggiunto: chi vi accederà potrà infatti ammirare le opere come in poche occasioni si sono viste, potendosi prendere più tempo per sostare davanti a quadri, sculture e reperti, per capire e imparare, per approfondire fino in fondo quanto si sta visitando».

All’ingresso dei Musei il personale misurerà la temperatura corporea dei visitatori, che, come da decreti governativi, dovrà essere inferiore a 37,5°. Per l’accesso resta l’obbligo di indossare la mascherina, mentre all’interno sarà necessario mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro.

Castello di Masnago

La sede museale ospita opere di arte moderna e contemporanea e splendidi affreschi quattrocenteschi. Per l’ingresso sarà mantenuto l’accesso attuale che da via Cola di Rienzo si affaccia sul cortile interno; l’uscita, differenziata come da normativa, avverrà sullo stesso cortile ma da una porta diversa, alla base dello scalone moderno che divide l’ala ovest da quella est. All’interno del museo è consentita la presenza in contemporanea di massimo 20 persone.

Villa Mirabello

Oltre alle collezioni permanenti, al museo archeologico e alla sezione risorgimentale sarà ancora possibile visitare la mostra “Buon compleanno Liceo Artistico”, che propone dipinti, sculture, fotografie, filmati, opere di design, di grafica e di street art di artisti varesini, per lo più ex studenti ed ex insegnanti della scuola d’arte cittadina. L’ingresso al museo sarà dal lato verso piazza Motta, mentre l’uscita verrà allestita sul lato sud verso il bar.

Museo Castiglioni

La sede ospita “Magie d’Africa. Religioni, simboli, misteri”, mostra temporanea sull’arte etnica che è stata prorogata fino alla fine di giugno, salvo ulteriori proroghe. Da sabato 13 giugno sarà poi presente anche un’ulteriore esposizione contemporanea, dal titolo “Donne del nostro Mondo”. Si tratta di una raccolta di Fotografie fatte da Antonio Cereda tra Africa, Asia, Oceania e America Latina. Per quanto riguarda il Museo Castiglioni, l’accesso sarà consentito a non più di 20 visitatori contemporaneamente, 10 per piano; in ciascuna sala non potranno sostare più di cinque persone, naturalmente rispettando le distanze interpersonali previste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *