A tutto gusto con AgriVarese

a cura di Paola Crestani

L’appuntamento di domenica 13 ottobre ai Giardini Estensi e nel centro cittadino

VARESE – È forse la manifestazione che, in una singola giornata, richiama più persone nel centro di Varese, valorizzando il nostro patrimonio agricolo e storico culturale. Domenica 13 ottobre, ancora una volta, gli animali delle nostre fattorie saranno i veri protagonisti di Agrivarese in città: saranno loro ad animare i Giardini Estensi, splendido scenario ambientale in cui è incastonata la manifestazione, e le altre zone del centro cittadino.

«Promuovere i prodotti delle nostre imprese agricole, svolgendo un’azione concreta di marketing territoriale. Questo l’obiettivo di Agrivarese in città, che si ripropone col suo fascino di un evento unico. – dice il presidente della Camera di Commercio, Fabio Lunghi –. Una manifestazione capace di coinvolgere le famiglie e, in generale, chiunque si accosti ai prodotti di un settore primario varesino che sa puntare sulla qualità. Ancora una volta, siamo pronti per far vivere una bella giornata a tutti: cittadini, operatori del settore primario, ma anche quei turisti che, da varie località del Nord Italia e dal vicino Canton Ticino, sceglieranno di venire a Varese per immergersi nell’atmosfera di quest’evento».

Per loro, non mancherà l’occasione di ammirare gli animali delle nostre fattorie in tutta la loro bellezza, assistendo alle sfilate intorno alla fontana al centro dei giardini: un luogo di grande fascino. Qui gli allevatori ci descriveranno le caratteristiche e le storie collegate alle singole razze: cavalli, pony, mucche, capre, pecore, conigli, asini, anatre, galline e rapaci. E, poi, l’ormai tradizionale spettacolo dei bovari del bernese! Inoltre, non mancheranno i momenti dedicati al cibo, con piatti della tradizione e di stagione, al benessere alimentare e ai macchinari del settore primario.

Organizzata da Camera di Commercio, attraverso la sua azienda speciale Promovarese, con Amministrazione Comunale e associazioni di categoria e in collaborazione con altri enti e organismi del territorio, Agrivarese in città si conferma quindi, anche nel 2019, un grande evento.

Così, nella giornata di domenica tutto il centro cittadino sarà affollato di una quantità innumerevole di iniziative rivolte in particolare alle famiglie con i bambini, ma non solo.

Tra queste iniziative, la mostra micologica che consentirà anche di approfondire la conoscenza dei funghi scoprendone i segreti, lo spazio dedicato agli orti e ai fiori con utili suggerimenti per la loro coltivazione, le visite guidate al rifugio antiaereo di via Lonati e le esibizioni di tree climbing in piazza Monte Grappa. Quest’anno, poi, Agrivarese in città ospiterà anche la segheria mobile gestita dai fondatori del Movimento del Legno Urbano: il loro obiettivo è quello di valorizzare gli alberi di città che, per eventi di varia natura, devono essere abbattuti, rendendoli una risorsa naturale da rimettere in circolo ed evitando che diventino un rifiuto.

Il programma aggiornato è disponibile sul sito ufficiale dell’evento: www.agrivarese.com

In particolare, quella 2019 sarà un’edizione all’insegna della sostenibilità: un accordo è stato sottoscritto da Camera di Commercio con Trenord per garantire alle famiglie un biglietto a prezzo agevolato per domenica, partendo dalle varie stazioni della Lombardia. E in più, grazie a Tilo, sarà facile raggiungere Varese in treno anche dal Canton Ticino. Inoltre, col biglietto ferroviario, si potrà partecipare a un concorso che darà la possibilità di vincere un buono acquisto di 150 euro da spendere in una delle imprese agricole partecipanti ad Agrivarese in città.

In quest’ottica, s’inserisce anche il servizio gratuito di bus navetta disponibile dalle 9.30 alle 20.25 che, partendo dai parcheggi dello stadio e di via Ghiringhelli/piazza Libertà, permetterà di raggiungere il centro cittadino animato dagli eventi di Agrivarese in città.

Agrivarese in Città

Una grande domenica sostenibile tra natura, ambiente e mobilità

 Una giornata a piedi nel centro cittadino e navette gratuite per raggiungere l’iniziativa

Domenica 13 ottobre, in occasione di Agrivarese, la città sarà ancora più sostenibile grazie alla pedonalizzazione del centro varesino. In questo modo sarà possibile godersi una bella domenica a piedi e in bici nel centro cittadino passeggiando tra le tante iniziative in programma per l’appuntamento che ogni anno attrae migliaia di famiglie, bambini e visitatori.

Sarà attivo anche il servizio gratuito di bus navetta disponibile dalle 9.30 alle 20.25 che, partendo dai parcheggi dello stadio e di via Ghiringhelli/piazza Libertà, permetterà di raggiungere il centro cittadino animato dagli eventi di Agrivarese in città.

Nel dettaglio, per consentire agli organizzatori e alla Camera di Commercio di svolgere Agrivarese, verranno chiuse al traffico, dalle 5.00 alle 24.00, via Sacco, corso Moro, piazza Monte Grappa (nel tratto compreso tra via Carrobbio e via San Francesco d’Assisi e per tutta la sua estensione sul lato rotatoria), le vie Marcobi e Volta, via Bernascone (nel tratto tra via San Francesco d’Assisi e via Sacco), piazza Ragazzi del ’99, via Sant’Antonio (nel tratto compreso tra via degli Alpini e piazza Motta), piazza Motta, piazza Battistero, via Lonati (nel tratto compreso tra piazza Motta e via San Francesco d’Assisi) e le vie San Francesco d’Assisi e Marconi. In via Robbioni infine, che verrà chiusa nel tratto compreso tra via Sacco e via Del Cairo, verrà realizzato un corridoio regolamentato a doppio senso di circolazione per consentire il transito dei veicoli dei residenti e di quelli diretti in proprietà private, nonché dei mezzi di soccorso e delle forze dell’ordine.

Trasporto pubblico:

AgriVarese in città” comporterà una serie di modifiche viabilistiche con la pedonalizzazione del centro storico e, di conseguenza, cambiamenti anche ai percorsi delle linee di autobus gestite da Autolinee Varesine. Per l’intera giornata, dunque, le fermate di via Morosini, via Vittorio Veneto, corso Moro, via Sacco e via Veratti non possono essere servite dai bus.

Per il servizio extraurbano, si suggerisce all’utenza di recarsi al capolinea di piazzale Kennedy, da cui partiranno regolarmente i bus per Ghirla/Luino/Ponte Tresa (linee N10/N11), Angera/Sesto Calende (N20), Osmate (N21) e Brinzio (N13, linea gestita da Castano).  I cambiamenti riguarderanno anche le linee urbane della città.

Per la maggior parte di esse, si attua la divisione in due tronchi: ad esempio, la linea C – molto frequentata anche nei giorni festivi – viene divisa nei tratti Bizzozero Nabresina-stazione FS da un lato e piazza Beccaria-stazione funicolare Vellone (Sacro Monte) dall’altro, pertanto chi vuole prendere il bus per andare al Sacro Monte deve recarsi alla fermata di piazza Beccaria o a quelle successive lungo viale Aguggiari. Altra linea particolarmente frequentata alla domenica è la N: in tal caso, un bus effettua servizio sul tronco Cascina Mentasti/Belforte-stazione FS e un altro sul pezzo rotonda Sanvito/XXV Aprile-Calcinate del Pesce, dunque chi vuole prendere il bus per andare alla Schiranna deve recarsi alle fermate di viale XXV Aprile.

Se le linee A, B riescono a mantenere un percorso lineare tra i rispettivi capolinea, pur senza transitare dal centro, le restanti linee subiscono una divisione simile a quelle citate: la H e la P effettuano servizio da un lato da Olona e San Fermo verso la stazione FS, dall’altro da piazza Beccaria verso Montello e Avigno; la E, invece, viene spezzata nei tronchi Bizzozero-stazione FS e Velate-piazza Libertà. Infine la Z effettua un percorso unico sull’asse piazza Beccaria-Bregazzana-Calcinate Origoni-viale XXV Aprile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *