Da Cannero le storie noir del Lago Maggiore

CANNERO – Il Museo etnografico di Cannero Riviera e la Rete Museale Alto Verbano propongono per Mercoledì 7 Agosto un’insolita serata, incentrata sul tema annuale “Tra realtà e fantasia”. Si tratta di una minicrociera al tramonto e in notturna con il catamarano a energia solare in compagnia dello storico MASSIMILIANO CREMONA per scoprire i misteri dei Castelli di Cannero e altre storie noir di questo tratto del Lago Maggiore.
L’iniziativa prevede il costo del biglietto di euro 5 da versare al momento dell’imbarco.
Per soddisfare il maggior numero di richieste possibili sono previsti due turni, uno con partenza alle 20.30 e un secondo con partenza alle 21.30, dall’attracco presso il molo HAPIMAG.

Prenotazione obbligatoria 0323 840809 o sms 3487340347.

Solo in caso di forte temporale l’iniziativa è rimandata a lunedì 12 agosto, con analogo programma e orari. Coloro che sulla data di recupero non potessero partecipare sono gentilmente pregati di segnalare la disdetta, per lasciare posto ad altri.

 

Massimiliano Cremona, verbanese, è laureato in Scienze dei Beni Culturali, Guida Ambientale Escursionistica, autore di pubblicazioni e cantautore. Come ricercatore storico ha collaborato con la Rete Museale Alto Verbano alla ricerca e al progetto culturale “Al Tramonto”, una rassegna di approfondimento dei cimiteri come luoghi d’arte e storia. Da ultimo (autunno 2018) la Rete museale ha pubblicato la sua ricerca “Storia della Litoranea”, in cui vengono accennati molti dei temi oggetto degli studi di Cremona: ville, personaggi, ambienti, cultura di questo tratto di lago nel corso del XIX secolo, che fanno da sfondo all’approfondimento sulle vicende costruttive della strada. Proprio attraverso queste ricerche si è imbattuto anche nei temi legati ad aspetti noir e gotici legati a figure e ambienti sociali del territorio lacustre.
La narrazione di questi aspetti sarà protagonista, oltre che della minicrociera, anche, in seguito, venerdì 13 settembre alle ore 21, di una conferenza con proiezione sempre a Cannero presso la Sala Lido.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *