Motociclisti lombardi: costi sociali altissimi

Una media annua di 7000 feriti e 95 morti nel triennio 2015/17

(c.s.) “In Lombardia la stima del costo sociale dei sinistri stradali relativa ai motociclisti, nel triennio 2015-2017, risulta di poco superiore al miliardo e mezzo di euro, oltre il 19% del totale dei costi sociali complessivi della regione, che hanno superato gli 8,8 miliardi di euro”. Lo ha detto l’assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato. “La categoria dei motociclisti – ha aggiunto De Corato – è particolarmente esposta ai pericoli della circolazione stradale ed ai comportamenti scorretti degli altri utenti della strada. In Lombardia, nel triennio 2015-2017, si sono registrati mediamente più di 7.000 feriti e 95 decessi all’anno. Nel 2017 il numero di morti tra i motociclisti è stato pari al 26 % del totale sull’intero territorio regionale. E’ pertanto necessario intervenire con urgenza e maggiore efficacia sulle strade e sui comportamento degli utenti.

GIA’ EROGATI 17 MILIONI DI EURO

“Attraverso specifici bandi – ha evidenziato l’assessore regionale alla Sicurezza – in attuazione del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale, sono stati erogati ad oggi contributi per oltre 17 milioni di euro quali cofinanziamenti di interventi che hanno superato i 44 milioni di euro”.

IN SCADENZA BANDO PER SICUREZZA STRADALE

“Sino a venerdì 5 luglio – ha ricordato l’assessore – è aperto un bando per la sicurezza stradale che prevede uno stanziamento regionale di 8 milioni di euro. Si tratta di un’opportunità interessante che Regione Lombardia offre alle amministrazioni locali, in contro tendenza rispetto al panorama nazionale dove le risorse per la sicurezza stradale mancano da diversi anni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *