Tutti i colori dell’Italia

Non è di certo un caso che ci chiamino Bel Paese; la bellezza è un elemento che da sempre accompagna la nostra storia, ispira il nostro operare e determina le nostre scelte che siano di breve o di lungo periodo. Il lockdown degli ultimi mesi ci ha impedito di godere appieno delle meraviglie che rendono l’Italia la meta più sognata dai turisti di tutto il mondo ma la buona notizia è che, ormai da qualche settimana, le nostre città sono finalmente tornate a vivere.

Il nostro Paese è pronto per ricominciare a prendersi cura di ciò che più gli sta a cuore: la bellezza. A confermarlo è “Protect & beautify the world”, la ricerca quantitativa condotta online su scala nazionale dall’Istituto AstraRicerche per Sigma Coatings, brand di PPG Univer Spa, che rappresenta una delle realtà italiane più all’avanguardia nell’ambito delle pitture per edilizia con una distintiva specializzazione nel mondo del colore. I dati che ne emergono, descrivono un’Italia per cui la bellezza di edifici e palazzi è un fattore decisamente importante da considerare nella scelta del proprio contesto abitativo. Un elemento che mette d’accordo l’intera Penisola: al Nord infatti è il 72% della popolazione a posizionare la bellezza tra i primi criteri di scelta del luogo in cui abitare, mentre al Centro e al Sud si registrano dati pari rispettivamente al 77% e al 81%; insomma, è un fattore di cui non si può fare a meno.

La ricerca evidenzia come la soddisfazione degli italiani per il proprio contesto abitativo attuale superi di poco la scolastica sufficienza; a dimostrarlo anche il fatto che ben un terzo degli intervistati (32,3%) afferma che, se ne avesse occasione, cambierebbe il colore della facciata della propria abitazione. Inoltre, diversi sono i colori con cui gli italiani hanno descritto il loro contesto abitativo attuale, ma che in pochi vorrebbero nel loro contesto abitativo ideale. Ad esempio, il grigio, indicato come colore del proprio circondario dal 22,1% degli intervistati, ma che solo il 9,8% di loro sceglierebbe, pensando all’opzione ideale. Allo stesso modo il marrone e il beige, menzionati dal 14,9% e 10,8% degli italiani tra le tinte che colorano i centri abitati, ma che non risultano tra le tonalità della città loro ideale (7,2% e 6,8%).

Ed è proprio da qui che bisogna ripartire per rendere più belle le nostre città, dal colore!

I dati infatti parlano chiaro: che si parli di Nord (68%), Centro (60%) o Sud, isole comprese (62%), la città ideale per gli italiani è un luogo che esplode di mille colori.
Ma quali sono i colori che gli italiani vorrebbero vedere nelle loro città?

Sarà la leggenda del freddo nord o le frequenti piogge, sta di fatto che al Nord in cima alla classifica c’è il giallo, votato dal 35% degli intervistati; un tocco di luce nelle strade capace di fendere anche la nebbia più ostile e di regalare un po’ di buon umore.

Ma a riscuotere gran successo lunga tutta la Penisola è il verde, un colore che contribuisce a dare un tocco green alle nostre città e che, tra i palazzi dei centri abitati e le vie cittadine, richiama un po’ il paesaggio di campagna. Secondo classificato tra le preferenze settentrionali (30,9%), il verde è il colore che ha invece la meglio tra i cittadini del Centro, del Sud e delle isole; è stato scelto infatti dal 32,6% dei cittadini nel Centro Italia e dal 30,1% di quelli del Meridione e delle Isole.

Dalla ricerca anche il rosso compare tra i colori più menzionati, citato dal 22,1% degli intervistati al Nord e dal 20,9% di quelli al Centro. È una tinta che riscalda la vista e l’animo degli italiani del Settentrione; una tonalità che ricorda quella del mattone, tipico delle grandi fortezze e delle città medievali del centro Italia.

Nel Meridione il rosso registra un pallido 13,6%, forse perché la temperatura in quelle aree è decisamente più alta; meglio optare per colori più freschi, che ricordano l’aria di mare e la brezza di un bel giro in barca. Non è un caso che colori come il bianco e l’azzurro registrino tra gli intervistati di queste zone valori pari rispettivamente al 29,9% e 21,3%.

Che si tratti di verde, giallo, celeste o rosso, quello che è certo è che l’Italia, ora più che mai, ha sete di allegria e una ventata di freschezza e colore è pronta ad invadere le sue città, da Nord a Sud.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *