Nuova sede del mercato di Varese: la città ha scelto

Il 75% degli ambulanti e il 69% dei cittadini lo vuole in piazza Repubblica. Favorevoli allo spostamento anche il 90% dei commercianti, futuri vicini delle bancarelle

VARESE – Il mercato in piazza Repubblica piace alla maggioranza dei cittadini. Sono chiari infatti gli esiti dei tre sondaggi messi in campo dal Comune che ha chiesto alla città dove preferiva che fossero spostate le bancarelle di piazzale Kennedy. Il 76% degli ambulanti intervistati dall’amministrazione non ha dubbi e preferisce la sede a due passi dal centro di fronte alle Corti. In questo caso la scelta è legato alla possibilità che il nuovo mercato si svolga 5 giorni alla settimana. Le altre possibilità sottoposte agli ambulanti invece hanno totalizzato il 23% per l’opzione di piazza Repubblica e piazzale Stadio insieme, mentre la Schiranna ha ottenuto l’1% delle preferenze. Nessun ambulante ha invece votato per un mercato da svolgersi nei rioni. Questi dati sono il frutto dei 182 questionari che l’assessore alle Attività produttive Ivana Perusin ha consegnato agli ambulanti nei giorni scorsi.

“Varese scrive una pagina totalmente inedita – ha spiegato l’assessore Perusin – l’intera città ha avuto l’occasione di partecipare alla scelta sul futuro del mercato. In queste settimane abbiamo effettuato un vero e proprio coinvolgimento a partire dalle categorie interessare, passando dai commercianti di piazza repubblica e fino a tutti i cittadini che hanno potuto esprimere la loro opinione su dove spostare il mercato di Varese. Sono sicura che questo lavoro darà ottimi frutti non solo per il rilancio del mercato ma anche per la sua promozione. Varese non aveva mai parlato così tanto di questo luogo e gli stessi ambulanti mi hanno riferito che negli ultimi tempi sono aumentati i clienti”.

Dai questionari emergono anche altre informazioni interessanti. Se infatti molti ambulanti chiedono che dal nuovo mercato sia eliminata la merce usata o al massimo collocato in un’area separata, altri propongono anche convenzioni per i clienti del mercato da stipulare con il vicino centro commerciale Le Corti, ad esempio in merito ai parcheggi.

Il Comune ha però messo online anche un altro sondaggio dedicato a tutti i cittadini di Varese. Anche in questo caso lo spostamento del mercato in piazza Repubblica è stata l’opzione preferita dalla maggioranza dei varesini che hanno votato. Il 69% dei cittadini che hanno partecipato alla consultazione infatti preferisce questa piazza come nuova sede per le bancarelle mentre il 16% vorrebbe il mercato in un’area vasta fuori città. Il 15% dei votanti invece gradirebbe la realizzazione di mercati rionali diffusi tra i quartieri. Al sondaggio online hanno partecipato circa 4000 cittadini.

“Mentre emergevano i risultati e le preferenze dei cittadini e degli ambulanti – ha proseguito l’assessore – ho voluto incontrare i commercianti che lavorano nelle vicinanze di piazza repubblica per ascoltare la anche loro opinione. Questa sinergia con le attività commerciali contribuirà a rendere il nostro mercato più attraente e ben inserito nel contesto cittadino”.

Molto chiari anche i risultati emersi del questionario dedicato ai commercianti di piazza Repubblica. Il 90% degli intervistati è favorevole allo spostamento in questa sede mentre solo il 10% non vede di buon occhio la vicinanza delle bancarelle. Tra le motivazioni di chi ha votato a favore c’è la riqualificazione della piazza e la possibilità di avere un maggior afflusso di persone e quindi potenziali clienti. Non sono mancate anche le proposte tra chi ha il negozio che si affaccia sulla piazza. I commercianti infatti vorrebbero un mercato di qualità e che rispetti i criteri di ordine e decoro. Un secco no è stato dato alla presenza di bancarelle che vendano merce usata o al massimo la proposta è di collocarle in un’area separata per non confondere le diverse tipologie merceologiche. Interessante poi che i commercianti chiedano che nel nuovo mercato in piazza Repubblica venga garantita tutti i giorni la presenza di bancarelle che vendano frutta, verdura e fiori.

I prossimi step riguarderanno ora le simulazioni su come strutturare il futuro mercato, con l’obiettivo di offrire la prospettiva migliore agli ambulanti e  alla città un luogo di eccellenza e attrattivo. Insomma per i prossimi mesi il lavoro sarà da fare tutti insieme per mettere in pratica quelli che sono stati i risultati della scelta della città e organizzare la composizione del nuovo mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *