Colazione a scuola a Verbania: un successo

VERBANIA – Latte, the, cereali, fette biscottate, marmellata, croissant, frutta fresca e buona compagnia. Sono stati gli ingredienti del progetto “Colazione a scuola” promosso dal Comune in collaborazione con Elior, l’azienda che si occupa della ristorazione scolastica nelle scuole di Verbania e nella frazione di Intra.

La divertente, ma salutare iniziativa ha coinvolte tutte le classi della Scuola Primaria Bachelet e della Scuola d’Infanzia San Giuseppe e ha permesso ai piccoli studenti di gustare una sana prima colazione, in compagnia degli insegnanti. Gli alunni hanno trovato in refettorio un buffet allestito con i prodotti tipici della colazione italiana. Il primo pasto della giornata ha infatti una preziosa funzione equilibratrice del bilancio energetico giornaliero: numerosissimi studi dimostrano che, chi non fa colazione al mattino, è portato ad assumere più calorie nel corso del giorno con il rischio di un aumento del peso corporeo.

Durante l’incontro, il dietista Davide Bianchi con il supporto della dietista Stefania Rigotti, ha spiegato come si dovrebbe essere organizzare questo importantissimo pasto, parlando di principi nutritivi e dei valori energetici necessari per crescere in modo sano.

Ha commentato Riccardo Brezza, l’assessore all’Istruzione del Comune di Verbania: “È importante trasmettere una corretta educazione alimentare sin dall’inizio del percorso scolastico e la scuola è senz’altro il primo luogo dove i bambini possono apprendere delle sane e corrette abitudini alimentari. Progetti come “Colazione a Scuola” hanno il pregio di unire tutta la comunità educativa in una sana convivialità.

Colazione a Scuola” rientra nel progetto multidisciplinare per le scuole di Elior, che ogni giorno prepara circa 1700 pasti per il Comune di Verbania. Le attività sono realizzate con la collaborazione del Referente Elior Antonio Rotundo, del Coordinatore del servizio Roberta Mignani e guidate da Claudia Saroni, Responsabile dell’educazione alimentare del Gruppo Elior.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *