Varese punta sui giovani

VARESE – Il Comune di Varese mette a disposizione 30 mila euro per i giovani per promuovere lo sviluppo di start up, aiutare lo sviluppo dell’imprenditoria giovanile e sostenere la realizzazione di progetti e iniziative da parte delle nuove generazioni di varesini. “Giovani e Idee di Impresa” e “Call for Ideas”, questi i nomi dei bandi online da questa mattina sul sito del Comune di Varese (http://www.comune.varese.it/altri-bandi), presentati questa mattina in una conferenza stampa dall’assessore alle Politiche giovanili, Francesca Strazzi, il sindaco di varese Davide Galimberti e i giovani consiglieri comunali Maria Paola Cocchiere e Giacomo Fisco.

“Come amministrazione – ha spiegato l’assessore Francesca Strazzi – abbiamo pensato di incentivare la partecipazione dei giovani alla vita della loro città, credendo nell’importanza di creare buone prassi per la gestione degli spazi e stimolare una partecipazione attiva dei ragazzi e  delle associazioni giovanili nei processi di governance cittadina. Con questi bandi Varese prosegue nel solco tracciato a favore di un sostegno reale di giovani donne e uomini che si sentono pronti a raccogliere la sfida di nuovi progetti imprenditoriali rivolti a settori economici tradizionali e non, in diverse aree della città”.

I bandi proposti dal comune di Varese sono due e c’è tempo fino al 18 dicembre 2017 per partecipare presentando le proprie idee e progetti.

“L’amministrazione comunale mette al centro i giovani di Varese – ha detto la consigliera Maria Paola Cocchiere – Per la prima volta vengono stanziati dei soldi per favorire lo sviluppo di progettualità giovanili e sostenere le idee e la partecipazione. Questo lavoro è un esempio della sinergia tra amministrazione, consiglieri comunali e le tante realtà giovanili presenti in città”.

“Il Comune mette a disposizione dei giovani 30mila euro grazie anche al finanziamento una tantum ottenuto dal Governo per la gestione dei richiedenti asilo sul nostro territorio – ha dichiarato il consigliere Giacomo Fisco – Ringrazio il sindaco Galimberti che ha accolto la nostra richiesta di impiegare queste risorse in favore dei giovani varesini. Una dimostrazione di buona politica che trasforma quello che viene descritto sempre come un problema in una opportunità per noi giovani. Abbiamo mantenuto la promessa fatta durante la candidatura di Varese Capitale dei Giovani di implementare, a prescindere dal risultato che conosceremo presto, le politiche giovanili e il sostegno alle idee delle ragazze e dei ragazzi di Varese”.

I bandi presentati:

” Giovani ed Idee di impresa”  per promuovere l’autoimprendorialità

Attraverso il bando si intende contrastare la disoccupazione giovanile attraverso la promozione della costituzione di nuove imprese nel territorio del Comune, fornendo ai giovani un’opportunità di valorizzazione delle loro idee, saperi e talenti come risorsa per lo sviluppo e accrescimento di competenze comuni. Il bando è rivolto a giovani o gruppi di giovani che intendano avviare nuove start up d’impresa giovanile che alla data di presentazione della domanda abbiano età compresa tra i 18 ed i 35 anni ( non compiuti), residenti o domiciliati nel Comune di Varese, con specifica che in caso di domanda in forma aggregata di più soggetti almeno il 20% devono essere residenti o domiciliati a Varese.

Il bando “Giovani e Idee di Impresa” intende supportare la realizzazione di start up da allocare  nei seguenti ambiti e settori di intervento: valorizzazione del patrimonio culturale e/o ambientale;
turismo compreso il turismo  sociale,  sostenibile e responsabile;
commercio, agricoltura a vocazione equo – solidale o di prossimità e industria del gusto;
arte, architettura, design industriale, moda, creatività, artigianato, tecnologie innovative, software, web 2.0, editoria, tv e radio, pubblicità, sport , musica e tempo libero
Le 3 migliori progettualità di  start up imprenditoriali che verranno presentate riceveranno un contributo di 8.500 euro cadauna per un totale di 25.500 euro stanziati.

 

“CALL FOR IDEAS”

Un bando pensato per le associazioni giovanili attive sul territorio comunale al fine di individuare proposte di iniziative e progetti rivolti ai giovani su alcuni temi specifici che vengono qui declinati: utilizzo degli spazi interni ed esterni della palazzina sita in via Como (ex edificio Einaudi), quale nuova sede degli uffici del servizio Informagiovani/Informalavoro in cui potranno trovare allocazione anche spazi per coworking, aule studio  ed altre destinazioni pensate per i giovani, con proposte di attività culturali ed aggregative.
Individuazione di percorsi ed azioni  finalizzate a rendere maggiormente attrattiva Varese per i giovani;
pianificazione e ipotesi di gestione di un progetto che favorisca l’immagine di Varese e l’accoglienza di studenti in mobilità internazionale ed al contempo sia in grado di agevolare la conoscenza da parte di giovani varesini delle opportunità provenienti dall’Europa compresi gli scambi verso altre nazioni.
Al progetto migliore verranno dati € 2.500, € 1.500 alla seconda classificata ed €  500 alla terza. Le tre finaliste avranno l’obbligo di animare o organizzare entro il 2018 un evento pensato per i giovani nello spazio esterno la via Como.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *