Campo dei Fiori: proposta una misura per la sua salvaguardia

Una misura per la prima volta adottata per la salvaguardia di un patrimonio ambientale
 

Dai turisti nuovi fondi per il Campo dei Fiori ferito

VARESE – Mentre i lavori di bonifica per mettere definitivamente in sicurezza il Campo dei Fiori sono ancora in corso, il Comune di Varese pensa già alla ricostruzione dell’ambiente e del patrimonio naturale ferito dall’incendio che per giorni ha imperversato sulla montagna varesina e che ha determinato la distruzione di un significativo numero di alberi e di diversi ettari di sottobosco. La Giunta oggi ha approvato una proposta per il Consiglio comunale per mettere in campo da subito un’azione concreta per reperire i fondi necessari ad avviare progetti di valorizzazione per far tornare i boschi del Campo dei Fiori allo splendore che tutti conosciamo.

“In questi giorni tantissimi cittadini da Varese, alla Lombardia e dal resto d’Italia, ci hanno scritto per chiederci come potevano aiutare il Campo dei Fiori – dichiara l’assessore al Bilancio Cristina Buzzetti – In questo senso abbiamo individuato una misura strutturale che ci consentirà di avere in tempi brevi le risorse necessarie per valorizzare la nostra montagna. Questa mattina abbiamo votato una delibera da sottoporre al Consiglio comunale che potrà dare il via libera all’imposta di soggiorno finalizzata a tutelare il patrimonio naturale della nostra città. Riteniamo che in questo modo, oltre all’aiuto di tutti i cittadini che vorranno contribuire ad aiutare la ricostruzione del bosco attraverso le formule che stiamo vedendo nascere anche in modo spontaneo, e ai fondi che sicuramente arriveranno da altre Istituzioni, avremo uno strumento in più per aiutare la nostra montagna ferita. Grazie alla tassa di soggiorno si potranno infatti recuperare oltre 500 mila euro che potranno essere destinati a forme di valorizzazione della nostra montagna. E’ la prima volta che questa imposta viene adottata per la salvaguardia di un patrimonio ambientale”.

L’introduzione dell’imposta di soggiorno infatti non inciderebbe sulle tasche dei varesini ma sarebbe rivolta a coloro che dormono in albergo, come ad esempio i tanti turisti stranieri che in questi ultimi mesi sono venuti in città.

“Oltre all’aspetto naturalistico di primaria importanza dobbiamo anche scongiurare la possibilità che l’incendio al Campo dei Fiori possa compromettere, almeno in parte, le peculiari caratteristiche di attrattività del nostro territorio – ha detto Dino De Simone, assessore all’Ambiente – per questo è urgente un pronto intervento di riqualificazione da parte di tutte le Istituzioni coinvolte e, in primis, del Comune di Varese, recuperando le risorse necessarie per specifici interventi di recupero dei beni ambientali danneggiati dall’incendio. Stiamo inoltre lavorando ad una strategia comune con le diverse realtà coinvolte per la sistemazione delle aree interessate dagli incendi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *